Selvanova

Selvanova

“C’era la collina di Selvanova, c’era l’armonia tra cielo e terra, il panorama tutto intorno, e un uomo che passeggiando su questa terra riuscì a percepirne le potenzialità.” Questo uomo è Antonio Buono, eclettico geologo e attento conoscitore del territorio delle Colline Caiatine in provincia di Caserta. L’attenzione riposta nello sviluppo naturale del territorio e il suo interesse per l’innovazione lo vede tra i primi a introdurre il concetto di agricoltura biologica e di fattoria didattica nell’area circostante. Quindi viticoltura biologica da subito per condurre in modo virtuoso i 13 ettari vitati ad Aglianico, Fiano e Pallagrello Bianco e Nero, la scelta di tecniche di vinificazione poco invasive, rispettose della materia prima e tempi lunghi di affinamento anche in bottiglia per permettere ad ogni etichetta di riposare al meglio prima di giungere sulle tavole dei consumatori. L’agriturismo, anch’esso a basso impatto ambientale, è interamente concepito secondo i criteri della bio-architettura. Il legame con Vignaviva è la logica conseguenza del lungo percorso di collaborazione fatto con l’enologo Gennaro Reale, collaboratore aziendale fin dal 2003, anno della prima vendemmia.

Vini e territorio

Pallagrello Bianco, Pallagrello Nero, Fiano e Aglianico (Terre del Volturno IGT)

Indirizzo

Selvanova di Antonio Buono
Via Selvanova

81010 Squille di Castel Campagnano (CE)

Telefono e fax: +39 0823 867261
Mobile: +39 335 492202
info@selvanova.com
www.selvanova.com